Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘concita de gregorio’

Recupero (via squonk) un bell’articolo di Concita De Gregorio, direttore dell’Unità, che mi ricordavo di aver letto, ma che non riuscivo più a trovare. Era un articolo interessante da leggere il 10 ottobre, ed è un articolo strepitoso da leggere oggi, nella ufficialmente confermata certezza che Cofferati sarà capolista del Pd alle elezioni europee. Libero lui di farlo, ovviamente, liberi gli altri di candidarlo, altrettanto ovviamente. Liberi noi di rileggere quell’articolo-intervista, che diceva, tra le altre cose, anche queste:

È vero. Lascia il lavoro per amore. Lo sbalordimento, l’incredulità e l’ironia feroce di cui è bersaglio sono la misura esatta – millimetrica – dell’arretratezza culturale in cui siamo immersi fino a non accorgercene più, il segno preciso del pensiero dominante che ci istupidisce e che ci assorda.
Un uomo non lascia la carriera, la politica, il potere per la famiglia. Non è possibile. Ci dev’essere dell’altro. È una scusa. Saranno i sondaggi. Sarà il partito che lo boicotta. Sarà la paura di perdere. Invece no. È Edoardo. Non ci credete? Poveri voi. Poveracci, proprio. Non avete capito niente della vita. …

Il privato e la politica. Cose da pazzi. Archiviamolo subito come un incidente. In alternativa ci toccherebbe dire che Cofferati è un eroe della modernità, un marziano in patria. Uno che ha fatto un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità. Bisognerebbe dir questo di lui, ma non succederà.
Non lo farà nessuno, tranquilli.

Più di tutto sono i toni, che fanno sorridere (sorridere? solo sorridere?): «marziano in patria», è fantastico. Meno male che ci sono gli archivi on line, va’…


Annunci

Read Full Post »