Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘englaro’

Era il paese della dolcezza del vivere, non è nemmeno un buon paese per morire.

Quello che succederà d’ora in poi somiglierà a quello che succedeva finora. Che pazienti, famigliari, medici e infermieri faranno quando e come potranno il loro officio pietoso, mutati solennemente in fuorilegge. Finché un’altra donna, un altro uomo deciderà di sfidare pubblicamente l’usurpazione della legge, in nome della propria libertà e della Costituzione italiana, e l’Italia assisterà di nuovo col fiato sospeso a una coraggiosa agonia da una parte, e alle mene affannate delle autorità riunite dall’altra.

Su Repubblica, Adriano Sofri commenta la prima legge italiana sul testamento biologico, approvata in queste ore dal Senato della Repubblica.

Annunci

Read Full Post »

In ordine: stamattina esce sulla Stampa un articolo con una titolazione che gela tutti i dipietristi d’Italia: Voteremo col premier. Si tratta ovviamente del voto sul ddl che arresterà la procedura di interruzione della nutrizione artificiale a Eluana Englaro. L’articolo e la dichiarazione vengono commentati con toni comprensibilmente sconsolati da Gilioli sul suo blog. Nel pomeriggio arriva la smentita di Di Pietro sul suo sito: mai dette quelle parole, mai rilasciata un’intervista, «non si possono fare leggi al solo scopo di fermare una sentenza» e altre cose più o meno condivisibili. Poi, finalmente, la dichiarazione di voto:

Ad ogni parlamentare non rimane che affidarsi alla propria coscienza, valutare e decidere con senso di responsabilità e secondo le proprie convinzioni (anche quelle religiose). Personalmente voterò per la libertà di vivere ma anche di poter morire (anche con preventivo testamento biologico).

E cioè, scusi?

Read Full Post »

Tra le ragioni che lei, signor presidente del consiglio, adduce per giustificare l’impasse in cui le istituzioni italiane stanno nelle ultime ore precipitando, ci sarebbe anche questa:

Ci sono due culture che si confrontano: da un lato la cultura della liberta’ e della vita e dall’altro quella dello statalismo e, in questo caso, della morte; noi siamo per la vita e per la libertà.

Io l’ho sentita da lei pronunciata, ipsissima verba, sul tg di Sky; ma è comunque riportata qui, qui, qui (anche se con la verità al posto della libertà, ma sarà una evangelica svista), poi qui e anche (ma solo implicitamente) qui.

Mi stupiscono le quattro parole che dovrebbero segnare il discrimine tra una posizione e l’altra. Mi stupiscono perché le parole, in questo caso come mai altrimenti, sono delicate e importantissime. E in questo caso le parole sono vita e libertà da una parte, morte e statalismo dall’altra.

E perché queste parole? Secondo quale ragionamento?  È sicuro, signor presidente del consiglio, che siano proprio le parole giuste? o è solo un misero slogan? Mi consenta di rifletterci, una per una, su queste parole. (altro…)

Read Full Post »

contronatura

Ormai non è più solo un caso di coscienza, è diventato un vero e proprio scontro istituzionale, molto pericoloso, con implicazioni ambigue e (secondo me) quasi spaventose. Ne parlano in tanti, e preferisco esimermi, perché riporterei solo voci altrui (alcuni sono molto arrabbiati, alcuni sconfortati, altri analizzano con il bisturi).

Ma sul caso di coscienza, che resta comunque la base di tutta la vicenda, a me le parole del filosofo cattolico Giovanni Reale (apparse su corriere.it) sono sembrate le più sagge e sapienti che ho letto in questi giorni. Dateci un’occhiata, se avete voglia, che ogni tanto la filosofia torna anche utile.

Read Full Post »

la nostra guida

Quando si dice che uno ha il senso delle istituzioni. Uno a caso, uno alla guida del paese.

ma-dove-viviamoma-dove-cazzo-viviamo

Read Full Post »