Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘maleducazione’

una faccia una razza

Mi spiace ammetterlo, ma credo si tratti di un parere di rara esattezza.
Ne parlavo proprio l’altra sera, e ne parlavo più o meno così: che differenza c’è tra Berlusconi che sbraita contro i magistrati e il tizio a cui hanno fatto la multa per divieto di sosta, che se la prende col vigile e cerca di farsela togliere? Che differenza c’è tra Berlusconi che chiama Obama a gran voce destando lo sdegno della Regina d’Inghilterra, e quelli che parlano al cinema strafottendonese degli altri e mandandoli affanculo se si permettono di proporre un timido “shhh”?
(altro…)

Annunci

Read Full Post »

se vi fa ridereImmagina di avere una supplenza in una classe della tua scuola che non conosci. Immagina di entrare in perfetto orario e di non trovarci nessuno. Poi immagina di vederli arrivare uno per uno, un minuto dopo l’altro, tutti mangiando o bevendo qualcosa, con il cellulare in mano o all’orecchio, nessuno che va davvero a sedersi al suo posto, nessuno (o quasi) che nemmeno ti saluta.

Immagina di stare vivendo, tu, nel frattempo, un periodo estremamente faticoso. Perché hai tante cose da fare, tutte noiose e burocratiche e inutili; ma anche perché hai molte decisioni da prendere, che riguardano dei ragazzi giovani, che possono essere o non essere promossi. Immagina quindi di essere sotto pressione, per forza; e di essere un po’ nervoso.

Quindi immagina di essere lì, in quell’aula di quella classe che non conosci, in mezzo a ventotto quindicenni che sono tutti strafottenti e maleducati (non è vero, non proprio tutti: ma la maggior parte sì), tanto da fregarsene proprio che si sia o non ci sia qualcuno che li aspetta nella loro aula. Tanto da uscire e rientrare come se non ci fosse nessuno.  E, se lo immagini bene, ti sarà subito chiaro quello che avresti voglia di fare.     (altro…)

Read Full Post »

il-piu-antipaticoSe mi faccio, per puro e gioioso masochismo, un auto-sondaggio sul politico italiano che meno sopporto in questo momento, il risultato è perentorio, senza incertezze: vince il ministro Brunetta. Mi sta proprio antipatico, che vi devo dire, lo trovo sgradevole e arrogante, sempre e in ogni contesto (come vede, gentile Mariastella, non ce l’ho affatto con lei, dopotutto).

Ed è, la mia, un’antipatia proprio viscerale, direi quasi immotivata, se non fosse che il ministro, alla fin  fine, dei buoni motivi me li concede sempre, quotidianamente e con generosità. Però si tratta di antipatia, non di dissenso assoluto. Anche perché, lo confesso, alcune (sottolineo: alcune) delle iniziative che il ministro ha messo in atto in questi mesi non mi sono nemmeno dispiaciute.         (altro…)

Read Full Post »