Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tv’

bruno scuro scuro in voltoLeggo sul Corriere, grazie alla segnalazione di .mau., che la puntata di ieri di Porta a porta, con Bruno Vespa nelle vesti di cantore del regno e il premier medesimo nelle vesti di esaltato del regno, ha fatto registrare ascolti deludenti, inferiori alla media della trasmissione, con un totale di spettatori di poco superiore alla metà (la metà!) di quelli invece ottenuti da L’Onore e il Rispetto, la fiction mandata in onda da Canale 5.

È senz’altro uno smacco per Bruno Vespa, una sconfitta plateale e anche un po’ meritata, viste le premesse e l’abolizione della concorrenza pubblica e privata.

Ma per il premier? Siamo sicuri che sia una sconfitta anche per il premier? A me pare di no, sinceramente.              (altro…)

Read Full Post »

Questo è il trailer di Videocracy (via dottorcarlo), il film del bergamasco Erik Gandini sulla televisione degli ultimi 30 anni, che non vedremo mai sulla Rai (e nemmeno su Mediaset, ci mancherebbe), perché giudicato troppo critico nei confronti del governo (il trailer, non il film: proprio e soltanto il trailer…).

Personalmente, non ci trovo niente di incredibile o di sovversivo, in realtà. Ed è proprio questo che mi lascia perplesso: che cosa si può trasmettere oggi sulla tv pubblica, se anche un trailer come questo incorre nella censura?

Read Full Post »

non tutti in vacanzaCosa c’è che mi disturba nella pubblicità che il Governo sta mandando in onda sulle tv nazionali in questi giorni per promuovere la lettura? Non lo so, tante cose, forse nessuna in particolare, forse tutte quante; l’atmosfera, principalmente. Quell’idea di famiglia benestante in vacanza, prima di tutto; quei vestiti bianchi, quel candore artefatto. E quindi, inevitabilmente, l’associazione tra lettura e vacanza; tra libri e tempo libero; tra lettura e biscotti del mulino bianco o yogurt che stimolano l’intestino.

Poi c’è il claim, quel «passaparola» che implica qualcosa di segreto, di misterioso, come già è stato fatto notare qui. E infine l’originalissimo finale sul «cibo della mente», che, mi rendo conto, vuole essere uno slogan comprensibile a tutti e da tutti decifrabile, ma sprofonda talmente nell’ovvio da suscitare (almeno in me) una piccola smorfia di dolore. Cibo della mente, mamma mia…

E non basta.         (altro…)

Read Full Post »

Ripeto, per chi si fosse un po’ distratto:

… però comunque un seno molto carino che ti ha consentito di avere un fidanzato che ti vuole molto bene…

Ora, a parte che fossi stato il fidanzato presente nello studio mi sarei alzato per andare a sputare in faccia alla conduttrice; a parte questo dettaglio, noterei che la conduttrice (di cui non conosco il nome, e non voglio conoscerlo) pronuncia questa affermazione senza un minimo di malizia o di cattiveria; cioè, ci crede proprio; le sembra di dire una cosa ovvia, una cosa scontata: che i fidanzati vogliono bene alle tette. Le quali tette, intendiamoci, non sono oggetto di nessun disprezzo da parte mia, che anzi. Ma voler bene? Cosa sottintende quest’affermazione data come la più ovvia delle verità?

Oltre a sottintendere la consueta idea misera del corpo femminile (che è ben spiegata qui), sottintende anche un’idea spaventosa dell’intelletto maschile. E quindi sottintende un mondo, una voragine, un baratro culturale. Un tentativo di corruzione intellettuale e sentimentale portato in casa nostra nel più generalista dei programmi tv. Siamo circondati.

Read Full Post »

foie grasLeonardo è parecchio in forma, nelle ultime settimane; e anche stamattina ne ha dato una prova (e già questo è il primo dato allarmante: come fa a essere in forma a maggio, lui che è un insegnante? Oppure, che è la stessa cosa, com’è che io, che sono un insegnante come lui, sono invece uno straccio e tutte le mattine, ormai, mi alzo imprecando? Non lo so, sarà la complessione fisica, può darsi, sarà che io sono un rottame per natura: ma non è di questo che volevo parlare, comunque, non della mia stanchezza e della sua forma, che pure mi stupisce).

Dunque, essendo in forma, Leonardo scrive un bel post sulla questione che la settimana scorsa ha coinvolto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno: un ragazzo di una scuola media accoltella un altro ragazzo e il sindaco, in visita alla scuola, dice che ci sono delle responsabilità attribuibili alle serie tv, come Romanzo criminale, per esempio, che propongono modelli «sbagliati». Le sue dichiarazioni vengono molto criticate; si dice che Romanzo criminale è un prodotto di qualità, a differenza di molti altri; si dicono altre cose, tutte più o meno argomentate.

Ma Leonardo ribatte che in fondo Alemanno non ha tutti i torti:        (altro…)

Read Full Post »

La claque lo sostiene, lo applaude a ogni passaggio della difficile arrampicata di sesto grado sugli specchi, sullo specchio del volto gigantesco di Veronica alle sue spalle. Sembra una scena di un film di Fellini, la Donna stupenda e immensa, e l’omino laggiù, una formica, che si dibatte in alibi puerili, strepita innocenza, sputa minacce. Gli spettatori italiani, dopo tanti anni di teleserva, non faranno più caso all’atteggiamento di Bruno Vespa, accondiscende fin dal titolo. Il più surreale mai escogitato da Vespa: “Adesso parlo io”. Adesso parla Berlusconi? Perché, gli altri giorni degli ultimi quindici anni? Tuttavia, tanto per dare un’idea vaga di giornalismo, bisognerebbe ricordare il genere delle questioni poste a Bill Clinton dal suo intervistatore per il caso di Monica Lewinski (peraltro abbondantemente maggiorenne). (altro…)

Read Full Post »

È on line da stamattina, in tre parti di 8 minuti ciascuna, il documentario Il corpo delle donne, realizzato da Lorella Zanardo e Marco Malfi Chindemi, di cui già ho scritto ieri. È una visione interessante, anche prescindere dalle analisi sociologiche dei due autori che si possono o meno condividere, perché è uno specchio vero di cosa sia l’immagine femminile nella televisione italiana. Sottolineo: televisione. Sottolineo: italiana.

Come mai le donne d’Italia non scendono in piazza a manifestare per come veniamo rappresentate?

Read Full Post »

Older Posts »